Tel  050 775517

Studio Dentistico

Dott.ssa Ilaria Cipolli 

Protesi Fissa

La protesi fissa sostituisce gli elementi dentari mancanti con manufatti che non possono essere rimossi dal paziente;viene utilizzata per ripristinare la funzione masticatoria ed estetica, inoltre ha l'importante compito di impedire la migrazione dei denti antagonisti verso il dente o i denti mancanti.

È possibile realizzare le corone protesiche secondo necessità o richiesta del paziente in oro, oro-composito, oro-ceramica, completamente in ceramica, o in materiali estetici di recente introduzione, privi di metallo, come  il biossido di zirconio, che possono essere rivestiti da ceramica feldspatica.

Un’importante caratteristica delle corone è la loro fissità, cioè l'impossibilità della loro rimozione, essendo essi fissate ai denti per mezzo di cementi, per cui si crea un legame più o meno indissolubile tra la protesi e i denti pilastro, cioè i denti sui quali appoggia la protesi stessa.

Corona singola

Può essere fatta su un dente o su un impianto. Per la realizzazione di corone protesiche si possono utilizzare:

  • resina su oro o fusioni  
  • composito su oro o fusioni
  • ceramica su oro o fusioni
  • vetroceramica

Ponte

Il ponte è una protesi fissa che presenta più corone artificiali unite fra loro e che ha lo scopo di sostituire gli elementi mancanti.

Intarsi

L'intarsio è una ricostruzione che prevede la chiusura di una cavità cariosa attraverso un materiale modellato su misura in laboratorio; può essere parziale (inlay) e interessare la lesione occlusale, oppure più estesa andando a proteggere la corona (onlay) e riguardare una lesione interprossimale. si può utilizzare in alternativa ad una otturazione diretta e garantisce una durata ed un’estetica superiori.
Sia gli inlay che gli onlay permettono di ricostruire perfettamente  l'anatomia del dente e il punto di contatto interprossimale. Essi possono essere realizzati in metallo fuso – oro, composito o vetroceramica.

Perni monconi

I perni moncone si utilizzano nei casi in cui,a causa di una frattura o di un’estesa carie, la perdita della corona dentale è talmente estesa da dover escudere una semplice otturazione. È possibile ricostruire con un moncone a perno su un dente devitalizzato, con una buona lunghezza radicolare.
Attraverso  un’impronta, si costituisce il moncone artificiale che viene fissato e su di esso, in una fase seguente, può essere collocato l'elemento protesico.

Protesi fissa provvisoria

Le corone provvisorie in resina sono protesi temporanee che il paziente porta nel periodo intercorrente tra la preparazione dei denti e l'applicazione delle protesi definitive.
Queste protesi svolgono diversi compiti:

  • proteggono il dente preparato da eventuali traumi;
  • proteggono il dente preparato dal caldo e dal freddo se non è devitalizzato;
  • permettono una corretta masticazione;
  • ristabiliscono l'estetica;
  • garantiscono la salute gengivale.


Protesi fissa metal free – zirconia

mediante le protesi di zirconio è possibile ottenere un sofisticato effetto del dente dovuto alla trasparenza alla luce e alla perfetta riproduzione delle tonalità di colore naturale ottenibile con questo materiale.

Grazie all’utilizzo di questo materiale è stato possibile raggiungere uno degli obiettivi degli ultimi anni per l’Odontoiatria riabilitativa, ovvero la sostituzione dei metalli, per ragioni preminentemente biologiche (rari rischi di allergie, possibile comparsa di correnti galvaniche) ed estetiche.

Uno dei maggiori vantaggi che si ottiene con l’utilizzo di questi materiali è la possibilità di eliminare la visibilità di antiestetici margini metallici.
Inoltre le protesi in ceramica di ossido di zirconio sono altamente biocompatibili, eliminando l’incidenza di allergie ai metalli ed hanno un'elevata stabilità a lungo termine.

Protesi fissa metal free – zirconia

mediante le protesi di zirconio è possibile ottenere un sofisticato effetto del dente dovuto alla trasparenza alla luce e alla perfetta riproduzione delle tonalità di colore naturale ottenibile con questo materiale.

Grazie all’utilizzo di questo materiale è stato possibile raggiungere uno degli obiettivi degli ultimi anni per l’Odontoiatria riabilitativa, ovvero la sostituzione dei metalli, per ragioni preminentemente biologiche (rari rischi di allergie, possibile comparsa di correnti galvaniche) ed estetiche.

Uno dei maggiori vantaggi che si ottiene con l’utilizzo di questi materiali è la possibilità di eliminare la visibilità di antiestetici margini metallici.
Inoltre le protesi in ceramica di ossido di zirconio sono altamente biocompatibili, eliminando l’incidenza di allergie ai metalli ed hanno un'elevata stabilità a lungo termine.